[an error occurred while processing this directive]
diff logo Informatica e sistemi alternativi
su questo sito sul Web
    Home   Chi siamo    Contattaci    Scrivi per diff    Proponi un argomento 26/03/19
    Cos'è diff    Come accedere    F.A.Q.    Promuovi    Dicono di diff    Amici di diff    
AmigaOS
Linux
FreeBSD
BeOS
OpenSource
Java
Database
Informatica
Hardware
E-Commerce
Narrativa

Mi scusi lo SCSI (signorina!)
di Andrea Vallinotto

Lo Zoo SCSI, ovvero: "Quante strane cose ci sono qua!"

Al contrario dell'IDE-ATA, i tipi di dispositivi supportati e standardizzati dallo SCSI sono molteplici; le differenti famiglie sono contrassegnati da un valore a 5 bit (quindi da 0 a 31). Solo una parte di questi sono utilizzati al momento attuale, lasciando ancora spazio per nuovi tipi di dispositivi.
    Lo SCSI-2 prevedeva:
  1. Direct-access device: i classici hard-disk. Sono anche compresi i vari rimuovibili (come Syquest o Zip).

  2. Sequential-access device: i nastri magnetici, anche detti streamer.


  3. Printer device: stampanti. Poco diffuse, ma esistono, soprattutto in ambiente Macintosh.

  4. Processor device.

  5. Write-once device: i WORM (Write Once, Read Many), dei dischi ottici che si possono scrivere una sola volta e leggere molte. Non hanno avuto molto successo. Dovevano conquistare il mercato dello stoccaggio dei dati di grandi dimensioni, ma con la diminuzione dei prezzi degli hard disk ora hanno conquistato lo stoccaggio sugli scaffali, a prendere polvere.

  6. CD-ROM device.

  7. Scanner device: nello SCSI-3, lo sviluppo del protocollo per gli Scanner è stato interrotto, lasciando il solo SCSI-2 a definire questo tipo di dispositivo; forse perché non esiste un vero e proprio standard per gli scanner, visto che ogni marca necessita dei suoi drivers.

  8. Optical memory device (alcuni dischi ottici). Sono utilizzati sopratutto su Macintosh, anche loro sulla via del tramonto, come i WORM.

  9. Medium changer device. Chi crede che possedendo un CD changer con 7 posti possiede un device di questo tipo è quantomeno disinformato. I Jukebox infatti, sono dei 'mostri' in grado di ospitare anche 150 CD differenti. Il cuore del dispositivo non è certo il lettore, ma un robot che è in grado di manipolare la massa di CD da e verso il lettore. Sono molto cari e per utilizzo professionale. Roba di cui vantarsi con gli amici.

  10. Communications device. Anche questi poco diffusi, sono delle 'interfacce' verso reti di comunicazione come Ethernet.

  11. e 11: Defined by ASC IT8 (Graphic arts pre-press devices, ovvero rasterizzatori e fotounità). Usati per le stampe professionali.

    Con l'avvento dello SCSI-3 sono stati aggiunti altri tipi:

  12. Storage array controller device, cioè i RAID (Redudant Array of Indipendent Disks)

  13. Enclosure services device.

  14. Simplified direct-access device: sono sempre degli hard-disk, ma con un set di comandi semplificato. Usati nei RAID.

  15. Optical card reader/writer device.

Inoltre, la classe di tipo 5 (CD-ROM) è stata enormemente estesa, con l'inclusione di CD-R, CD-RW, DVD-ROM e RAM.


Continua...

AMIGA


Andrea Vallinotto
Studente di Informatica all'Universtità degli Studi di Torino.
Utente e sviluppatore Amiga, programma, quando ha tempo, in C e ARexx.
Collabora come free-lance (senza sapere dove poi atterra) alla rivista francese AmigaNews.
Altri hobby: subacquea e viaggi.

Puoi contattare l'autore scrivendo a:
avallino@diff.org


Articoli dello stesso autore:
Annuncio AmigaOS 5 (DevCon '98)
Reportage dalla fiera di Colonia '98
Clickboom
Signorina, mi scusi lo SCSI
Introduzione alla programmazione
AmigaOS 3.5 è realtà
Utility ed inutilities per la rete e per Internet
I Love You: cronache del dopobomba
I Love You ed i sistemi nostrani


 


    Indice dell'articolo:

  1. Introduzione
  2. Parte prima: ovvero lo standard dai 50 volti.

© 1999,2000,2001,2002 NonSoLoSoft di Ferruccio Zamuner (Italia)- tutti i diritti sono riservati