[an error occurred while processing this directive]
diff logo Informatica e sistemi alternativi
su questo sito sul Web
    Home   Chi siamo    Contattaci    Scrivi per diff    Proponi un argomento 26/03/19
    Cos'è diff    Come accedere    F.A.Q.    Promuovi    Dicono di diff    Amici di diff    
AmigaOS
Linux
FreeBSD
BeOS
OpenSource
Java
Database
Informatica
Hardware
E-Commerce
Narrativa

Introduzione alla programmazione
di Andrea Vallinotto

Le variabili e le funzioni

La piccola funzione precedente ha anche portato a galla un altro elemento molto importante nella programmazione; è un elemento che in certe discipline, come la programmazione ad oggetti, ha un ruolo fondamentale.
Nel nostro esempio si tratta della "X", che può prendere il nome di variabile, parametro od anche oggetto.
In effetti questi tre termini non sono sinonimi, hanno sfumature diverse; hanno però concettualmente la stessa origine.

Nella sua forma più semplice, una variabile non è nient'altro che uno spazio in memoria nel quale è memorizzato un numero; nel nostro esempio il quantitativo di soldi che Robert ha in tasca è una variabile: all'inizio sarà 0, poi quando avrà preso l'ammontare necessario questa variabile assumerà proprio quel determinato valore; infine quando Robert spenderà per fare la spesa la variabile diminuirà.
Ovviamente questa variabile (chiamiamola 'Soldi') potrà servire a noi per istruire Robert se comprare o meno un certo articolo.
Il codice-Robert equivalente sarebbe

procedura "spendi la somma X"
Il valore della variabile 'Soldi' è maggiore od uguale all'importo X?
Se sì, assegna a 'Soldi' il valore del precedente 'Soldi' meno X; quindi ritorna VERO.
Altrimenti ritorna FALSO

Effettivamente è una funzione piccolina, ma mostra come il nome 'variabile' sia abbastanza azzeccato: il valore contenuto in 'Soldi' cambia, per l'esattezza diminuisce ogni volta che riusciamo ad acquistare qualche cosa.

Nella procedura di sopra, così come nella precedente "apri la porta X con chiave" compare un altro elemento che ha le caratteristiche di variabile: la famosa 'X'.
L'uso che se ne fa è un po' diverso: è infatti un valore che viene usato da una funzione per richiamarne un'altra.
Può essere l'indicazione di una porta, può essere il prezzo di un articolo che Robert deve acquistare, ecc.

Questa 'X' è quindi un mezzo per far comunicare una funzione con una sotto-funzione: prende il nome di 'parametro' o anche 'parametro di chiamata'.
Spesso nei linguaggi di programmazione più formali e precisi, i parametri devono essere elencati dal programmatore all'inizio della procedura che li riceve.
Quando si richiama quella sotto-procedura, i paramentri vengono specificati insieme al nome della stessa:

...
- attraversa la porta !di casa!
...
- attraversa la porta !del negozio!
...

Questo significa che quando Robert esegue la prima linea, la 'X' all'interno della procedura "attraversa la porta X" assumerà il valore 'di casa'.

In maniera del tutto simmetrica, le subroutine possono ritornare uno o più valori alla funzione che le ha chiamate; normalmente questi valori vengono chiamati 'parametri di ritorno'.

Quando nella procedura "spendi la somma X" si ritorna 'FALSO' se non ci sono abbastanza soldi, si sta facendo uso di un parametro di ritorno. Esattamente come per i parametri di chiamata, di solito è necessario specificare per ogni funzione i suoi parametri di ritorno.

Il resto dell'articolo sarà pubblicato nei prossimi giorni.

INFORMATICA


Andrea Vallinotto
Studente di Informatica all'Universtità degli Studi di Torino.
Utente e sviluppatore Amiga, programma, quando ha tempo, in C e ARexx.
Collabora come free-lance (senza sapere dove poi atterra) alla rivista francese AmigaNews.
Altri hobby: subacquea e viaggi.

Puoi contattare l'autore scrivendo a:
avallino@diff.org


Articoli dello stesso autore:
Annuncio AmigaOS 5 (DevCon '98)
Reportage dalla fiera di Colonia '98
Clickboom
Signorina, mi scusi lo SCSI
Introduzione alla programmazione
AmigaOS 3.5 è realtà
Utility ed inutilities per la rete e per Internet
I Love You: cronache del dopobomba
I Love You ed i sistemi nostrani


 


Indice articolo:


© 1999,2000,2001,2002 NonSoLoSoft di Ferruccio Zamuner (Italia)- tutti i diritti sono riservati