[an error occurred while processing this directive]
diff logo Informatica e sistemi alternativi
su questo sito sul Web
    Home   Chi siamo    Contattaci    Scrivi per diff    Proponi un argomento 16/01/19
    Cos'è diff    Come accedere    F.A.Q.    Promuovi    Dicono di diff    Amici di diff    
AmigaOS
Linux
FreeBSD
BeOS
OpenSource
Java
Database
Informatica
Hardware
E-Commerce
Narrativa

Amighisti al bivio:
Migrazioni possibili
di Roberto Rosselli Del Turco



Windows

E già, avete letto bene: Windows (www.microsoft.com) nelle sue varie incarnazioni (95/98 in particolare, ma anche NT). Purtroppo non si può fare a meno di constatare che questo SO è quasi indispensabile in almeno due casi: giochi, se non vi piacciono quelli che girano sulla Playstation, e applicazioni del tipo Office, in particolare Word, ormai un'imbarazzante e scomodo 'standard' per lo scambio di documenti.

Oltre a ciò, è apprezzabile una notevole abbondanza di programmi freeware e shareware, soprattutto per quanto riguarda Internet, e applicazioni commerciali di tutti i tipi, ma guai a trattare Windows 95/98 (/2000?) come se fosse AmigaOS '93, ovvero installando e sperimentando periferiche varie, programmi, patch alle librerie di sistema (non sia mai!): data la stabilità non proprio esaltante, se non si provvede frequentemente a fare copie di backup dei file di sistema più importanti si renderà necessario ricorrere alla 'cura suprema' dei mali di Windows, ovvero la completa reinstallazione del sistema, con la scomodità di dover reinstallare praticamente tutti i programmi e molti dei giochi. L'alternativa è diventare maestri nell'arte esoterica di accedere al registry e manipolarlo, per non parlare del mantenimento di driver, .dll varie, etc.

Personalmente sarei anche pronto a rendere il mio PC 'Microsoft free' al 100%, visto che non ho necessità di applicazioni che girano unicamente sotto Windows, e word processor e programmi che salvano in formato .doc esistono e funzionano in maniera soddisfacente (a proposito: non scordatevi mai di chiedere, quando possibile, di ricevere i dati che vi interessano in un formato che segue uno standard aperto, non un formato proprietario); d'altra parte, il tipo di giochi che mi piacciono, soprattutto certi RPG, girano sotto Windows, dunque per il momento non se ne parla ...


Riassumendo:
+SO operativo molto diffuso (qualcuno ha detto troppo? :)
+quantità sterminata di applicazioni e giochi, compresi molti programmi freeware e shareware
-stabilità insoddisfacente
-facile preda di virus, trojan, etc.
-poco adatto per chi armeggia costantemente con hardware e software (e si diverte nel farlo)
-in estinzione (Win95/98), ma pare che la MS ci abbia già ripensato
-costoso (Win98, NT)
-proprietario (i sorgenti non sono modificabili dall'utente)





AMIGA


Dott. Roberto Rosselli Del Turco
Ricercatore presso la Facoltà di Lettere dell'Università di Torino, da lungo tempo utente amighista, in passato ha collaborato per circa un anno con Amiga Magazine. Dall'inizio degli anni '80 si interessa attivamente di informatica, in particolar modo per quanto riguarda le tendenze all'evoluzione e all'innovazione dei sistemi operativi contemporanei. Attualmente sta concentrando la sua attenzione su Linux e sul fenomeno del free / open source software.

Puoi contattare l'autore scrivendo a:
rrosselli@diff.org


 


Prologo
Desiderata
Windows
Mac OS
BeOS
Linux e gli altri Unix
Conclusioni

© 1999,2000,2001,2002 NonSoLoSoft di Ferruccio Zamuner (Italia)- tutti i diritti sono riservati