[an error occurred while processing this directive]
diff logo Informatica e sistemi alternativi
su questo sito sul Web
    Home   Chi siamo    Contattaci    Scrivi per diff    Proponi un argomento 16/01/19
    Cos'è diff    Come accedere    F.A.Q.    Promuovi    Dicono di diff    Amici di diff    
AmigaOS
Linux
FreeBSD
BeOS
OpenSource
Java
Database
Informatica
Hardware
E-Commerce
Narrativa

BeOS
un sistema operativo giovane
di Paolo Canali e Massimiliano Origgi


Struttura del sistema

Diciamo subito che l'aspetto più deludente di BeOS è il sistema di finestre, funzionale ma un po' datato rispetto al look 3D di Windows 98/2000 e infinitamente meno personalizzabile di quello di AmigaOS o Linux. E' comunque possibile aprire le finestre dei programmi su più schermi virtuali con risoluzioni diverse tra loro, simulando ciò che AmigaOS realizza con gli schermi custom.

Con la Release 4.5 BeOS è uscito dall'infanzia, quindi funziona in modo stabile anche se viene maltrattato.
Grazie alla memoria protetta è difficile che un programma costringa a riavviare il sistema, ma è in primo luogo difficile che un programma si blocchi (a meno che non sia una beta release di pubblico dominio).
Quando dopo un giorno di lavoro e decine di programmi avviati o installati scopriamo di non aver mai toccato il tasto di reset, si inizia ad apprezzare una delle differenze fondamentali tra BeOS e Windows. Il Cd-Rom di BeOS 4.5 contiene già tutte le funzioni e le miniapplicazioni tipiche di un sistema operativo desktop attuale: accesso a Internet, blocco note, shell dei comandi, installatore di applicazioni, player multimediali. Solo i film in formato Dvd non sono ancora supportati.

I file sono organizzati sul disco fisso in modo molto simile ad AmigaOS: c'è la cartella dei comandi, quella delle librerie, quella degli script di avvio, le preferenze di sistema ecc. L'installazione del sistema operativo è in realtà una semplice copia dei file dal Cd-Rom, perciò se qualcosa va storto basta poco tempo per isolare la causa e rimediare al danno. La situazione è molto diversa da Linux e Windows, dove servono anni per conoscere a fondo il sistema.

Usando BeOS si capisce perché tanti utenti di questo sistema operativo sono anche utenti Amiga: il multitasking è altrettanto robusto e piacevole da usare. Quando sono attive molte applicazioni non si nota un'attività eccessiva del disco fisso, la velocità di apertura e spostamento delle finestre e del mouse resta normale (senza impuntature, neppure brevi) e i file audio e video continuano ad essere riprodotti senza scatti.
L'unico segno di affaticamento della CPU è il rallentamento assolutamente uniforme di tutti i programmi: ciò non si verifica né con Windows né con Linux.
BeOS gestisce molto bene anche i computer biprocessore, poiché tenta sempre di suddividere i programmi in parti eseguibili parallelamente. In questo modo il secondo processore non accelera solo le rare applicazioni che lo prevedono esplicitamente, come accade con Windows NT, ma quasi tutti i programmi.

Per valutare se la nuova versione 4.5 per Intel è sufficientemente completa e stabile l'abbiamo messa alla prova su un computer biprocessore. Il risultato è stato assolutamente positivo, come dimostrano i dati ottenuti dai due benchmark distribuiti con il sistema operativo, eseguiti su un computer dotato di 64 Mb SdRam PC100, hard disk Quantum Fireball CR e scheda grafica Matrox Mystique G200:

Marca e modello
della scheda madre
ConfigurazioneCharts (fps)Life (Mc/s)
Abit BM61x Celeron 400 MHz35,031,7
Abit BP61x Celeron 400 MHz33,930,3
Abit BP62x Celeron 400 MHz46,044,7



Abit BP6 con doppio celeron





BEOS


Ing. Paolo Canali
Progettista elettronico, dirige l'ufficio tecnico di un'azienda leader del suo settore.
Collaboratore esterno di redazione per le riviste informatiche del gruppo editoriale JCE, si occupa di tutto ciņ che riguarda l'hardware dei personal computer.

Puoi contattare l'autore scrivendo a:
tecnico@diff.org


Altri articoli dello stesso autore:
Guida alle Cpu: i nuovi arrivi
Intel Developer Forum
Guida alle CPU
Un Pc a poco prezzo
BeOS un sistema operativo giovane
Il tecnico risponde 1
Cebit '99 - un primo report
Un PC alternativo


Consiglio la lettura anche dell'articolo di Roberto Rosselli Del Turco<br> <a href="/diff/uno/migrazioni.shtml">Migrazioni possibili</a>
 



© 1999,2000,2001,2002 NonSoLoSoft di Ferruccio Zamuner (Italia)- tutti i diritti sono riservati