[an error occurred while processing this directive]
diff logo Informatica e sistemi alternativi
su questo sito sul Web
    Home   Chi siamo    Contattaci    Scrivi per diff    Proponi un argomento 28/03/17
    Cos'è diff    Come accedere    F.A.Q.    Promuovi    Dicono di diff    Amici di diff    
AmigaOS
Linux
FreeBSD
BeOS
OpenSource
Java
Database
Informatica
Hardware
E-Commerce
Narrativa

ECDL
La patente europea per il computer
di Pietro Bianchi


Anche nel nostro paese, come già nel resto d'Europa, la formazione professionale si sta trasformando.
Non è più, come testimoniano i numerosi corsi post-diploma e post-laurea, un percorso formativo di serie B per coloro che non hanno molta voglia di studiare, ma un'occasione in più, un efficace collegamento con le imprese, testimoniata da alti indici di inserimento lavorativo.
Uno degli aspetti più carenti nella formazione professionale, particolarmente in Italia, è quello della mancanza di una valida alfabetizzazione informatica a livello generale.
Per risolvere questo problema la Comunità Europea ha varato il programma ECDL: European Computer Driving License, alla lettera "Patente Europea di Guida del Computer".

Dimostrare di saper usare il computer

Saper usare il computer è ormai un requisito indispensabile per lavorare, si tratti di chi è alla ricerca della prima occupazione o di chi ha il problema di ricollocarsi sul mercato del lavoro.
Vale però anche per chi un lavoro ce l'ha, ma desidera migliorare la propria posizione.
Ma che cosa significa realmente saper usare il computer? Molti hanno una certa conoscenza di questo strumento, ma è difficile per loro definire precisamente a quale livello.
Ritengono di poterlo usare in modo adeguato, ma in effetti non possono provarlo. Serve quindi uno standard di riferimento che possa essere riconosciuto subito, in modo certo, dovunque.
In sostanza, occorre per il computer qualcosa che equivalga alla patente di guida per l'automobile.
Se chiediamo a qualcuno se sa guidare, un semplice "Sì, ho la patente" costituisce una risposta precisa ed esauriente.
Significa infatti saper fare tutto ciò che, in qualsiasi Paese, è richiesto per superare il relativo esame.
Questa analogia è resa oggi possibile dall'avvento della European Computer Driving Licence (ECDL). Si tratta di un certificato, riconosciuto a livello internazionale, attestante che chi lo possiede ha l'insieme minimo delle abilità necessarie per poter lavorare col personal computer -- in modo autonomo o in rete - nell'ambito di un'azienda, un ente pubblico, uno studio professionale, ecc.
In altre parole, questa "patente" definisce senza ambiguità la capacità di una persona di usare il computer, così come quella di guida per quanto riguarda l'uso dell'automobile.

L'ECDL è stata istituita di recente, ma, proprio per le ragioni dette, si sta diffondendo rapidamente in numerosi Paesi europei.
In molti paesi nordici è già attiva dal 1996, mentre in Italia l'esperienza dell'ECDL è partita solo recentemente.

Gli organismi incaricati del programma ECDL

La European Computer Driving Licence è un programma che fa capo al CEPIS (Council of European Professional Informatics Societies), l'ente che riunisce le Associazioni europee di informatica, tramite l'ECDL Foundation.
L'Italia è uno dei 17 Paesi membri ed è rappresentata dall'AICA, Associazione Italiana per l'Informatica ed il Calcolo Automatico.
Il programma della patente europea del computer è sostenuto dalla Unione Europea, che l'ha inserito tra i progetti comunitari diretti a realizzare la Società dell'Informazione.
Data l'autorevolezza degli Enti professionali di riferimento - il CEPIS e le Associazioni Europee di informatica - l'ECDL trova ampio riconoscimento in ambito internazionale.
Riconoscimento analogo sta avendo anche in Italia nel mondo del lavoro; è però d'obbligo avvertire che, trattandosi di certificazione privata, nel nostro Paese non ha - al momento - validità ai fini dei concorsi della pubblica amministrazione. (anche se alcune amministrazioni provinciali o regionali inseriscono specifici corsi di informatica, che permettono il conseguimento dell'ECDL, come corsi professionali riconosciuti).


HARDWARE


Ing. Pietro Bianchi
Laureato in Ingegneria Elettronica, con una tesi sulla simulazione dell'Hardware di un Personal Computer su sistemi Risc.
Tra le sue attivita vi è il coordinamento didattico di un centro studi che realizza attività di formazione professionale e formazione informatica di base.

Puoi contattare l'autore scrivendo a:
pbianchi@diff.org


 



© 1999,2000,2001,2002 NonSoLoSoft di Ferruccio Zamuner (Italia)- tutti i diritti sono riservati