[an error occurred while processing this directive]
diff logo Informatica e sistemi alternativi
su questo sito sul Web
    Home   Chi siamo    Contattaci    Scrivi per diff    Proponi un argomento 27/07/17
    Cos'è diff    Come accedere    F.A.Q.    Promuovi    Dicono di diff    Amici di diff    
AmigaOS
Linux
FreeBSD
BeOS
OpenSource
Java
Database
Informatica
Hardware
E-Commerce
Narrativa

Anatomia di un brevetto insignificante
di Richard Stallman

Maggio 26, 2000
Da Richard Stallman

I programmatori sanno bene che molti dei brevetti software riguardano idee del tutto risibili. Tuttavia i sostenitori del sistema dei brevetti spesso sostengono che queste idee non sono banali, e che ciò potrà essere evidente soltanto col tempo. E ribattere è sorprendentemente difficile. Come mai?

Una ragione è che un'idea può essere valutata complessivamente solo alla fine. Ma un'altra ragione è che queste idee insignificanti si presentano spesso abbastanza complesse, nella descrizione che accompagna la richiesta del loro brevetto. I sostenitori del brevetto possono quindi appigliarsi ad una descrizione complicata e dire: "Come può essere irrilevante una cosa tanto complessa?"

Per capirci meglio, userò un esempio. Ecco la rivendicazione 1, tratta dal brevetto U.S.A. nr. 5.963.916, richiesto nell'ottobre 1996:

  1. Un metodo per permettere ad un utente remoto di fruire di una parte di un prodotto musicale pre-registrato da un sito Web della rete, che contiene parti pre-selezionate di differenti prodotti musicali pre-registrati, per mezzo di un calcolatore [=computer; n.d.t.], di un visualizzatore [=monitor; n.d.t.] e di un collegamento di telecomunicazione fra il calcolatore dell'utente remoto ed il sito Web della rete, metodo che include i punti seguenti:
    • a) utilizzo di un calcolatore da parte dell'utente remoto per stabilire un collegamento di telecomunicazione con il sito Web della rete, nel quale sito Web della rete è compreso: I°- un server centrale ospite, allacciato ad una rete di comunicazioni per recuperare e trasmettere parti pre-selezionate del prodotto musicale pre-registrato, su richiesta di un utente remoto; e 2°- un dispositivo di memorizzazione centrale per memorizzare le parti pre-selezionate di una pluralità di differenti prodotti musicali pre-registrati;
    • b) trasmissione dei propri dati di identificazione da parte del calcolatore dell'utente remoto al server centrale ospite, che permette così che il server centrale ospite identifichi e tracci il percorso dell'utente nel sito Web della rete;
    • c) selezione dal server centrale ospite di almeno una parte pre-selezionata dei prodotti musicali pre-registrati;
    • d) ricezione della parte pre-selezionata scelta dei prodotti pre-registrati; e
    • e) fruizione interattiva in anteprima della parte pre-selezionata scelta e ricezione del prodotto musicale pre-registrato.

Tutto ciò sembra un sistema complesso, giusto? Hanno certamente preso un tipo veramente intelligente per pensarci? No, hanno solo creato una definizione per farlo sembrare complicato.

Analizziamo da dove viene la complessità:

1) Un metodo per permettere ad un utente remoto di fruire di una parte di un prodotto musicale pre-registrato da un sito Web della rete, che contiene parti pre-selezionate?

Questo è il punto centrale della loro idea. Hanno delle selezioni di determinati pezzi musicali su un server, in modo che un utente possa ascoltarli.

di differenti prodotti musicali pre-registrati

Questo sottolinea che le loro selezioni memorizzate nel server provengono da più di un solo pezzo musicale.

Un principio basilare dell'informatica è che se un calcolatore può fare una cosa una volta, può fare quella cosa molte volte, ogni volta su dati differenti. Molti brevetti pretendono che applicare questo principio ad un caso specifico sia una "invenzione".

utilizzo di un calcolatore da parte dell'utente remoto per stabilire un collegamento di telecomunicazione con il sito Web della rete

Cioè, stanno utilizzando un server di una rete.

...metodo che include i punti seguenti:

a) utilizzo di un calcolatore da parte dell'utente remoto per stabilire un collegamento di telecomunicazione con il sito Web della rete

Questo significa che l'utente si collega al server utilizzando la rete. (Che poi è il modo in cui si utilizza un server.)

nel quale sito Web della rete è compreso: I°- un server centrale ospite, allacciato ad una rete di comunicazioni

Il che vuol dire che il server è sulla rete. (che è tipico dei server.)

per recuperare e trasmettere parti pre-selezionate del prodotto musicale pre-registrato, su richiesta di un utente remoto;

E questo ripete l'idea generale dichiarata nelle prime due righe.

e 2°- un dispositivo di memorizzazione centrale per memorizzare le parti pre-selezionate di una pluralità di differenti prodotti musicali pre-registrati;

Hanno deciso mettere un disco rigido (o qualcosa di simile) nel loro calcolatore e memorizzare su quello gli esempi musicali. All'incirca dal 1980, questo è stato il normale modo di memorizzare qualcosa su un calcolatore ad accesso veloce.
Nota come danno risalto ancora una volta al fatto che possono memorizzare più di una selezione su questo disco. Ovviamente, ogni sistema di archivi permetterà di memorizzare più di un file.

trasmissione dei propri dati di identificazione da parte del calcolatore dell'utente remoto al server centrale ospite, che permette così che il server centrale ospite identifichi e tracci il percorso dell'utente nel sito Web della rete;

Questo ci dice che si tengono al corrente di chi sia ed a che cosa accedi -- una cosa disgustosa, ma che i server Web fanno comunemente. Credo fin dal 1996.

selezione dal server centrale ospite di almeno una parte pre-selezionata dei prodotti musicali pre-registrati;

In altri termini, l'utente fa clik per dire quale collegamento seguire. E' tipico dei server Web; se avessero trovato un altro modo per farlo, quella sì, potrebbe essere un'invenzione!

ricezione della parte preselezionata scelta dei prodotti pre-registrati; e

Se segui un collegamento, il tuo browser ne legge il contenuto. Ma è il comportamento tipico di un browser.

fruizione interattiva in anteprima della parte pre-selezionata scelta e ricevuta del prodotto musicale pre-registrato

Cioè, il tuo browser suona la musica per te. Cosa che molti browsers fanno, quando segui un collegamento ad un file audio. ;-))
Ora ti è chiaro come hanno gonfiato questa domanda di brevetto, per trasformarla in un'idea complessa: hanno incluso funzioni fondamentali delle quali sono dotati calcolatori, reti, server Web, e browsers. Questa complessità, aggiunta alle due righe che descrivono la loro propria idea, arriva a farla passare come una "invenzione", per la quale hanno perfino ottenuto il brevetto!

Questo è un esempio tipico dei brevetti software. Anche l'eventuale brevetto la cui idea è non banale, riceve lo stesso trattamento di complicazione aggiunta.

Osserviamo ora la seguente descrizione:

3. Il metodo di cui alla rivendicazione 1, in cui il dispositivo di memoria centrale contiene una pluralità di dischi compatti per sola lettura (CD-ROMs).

Quel che si sta dicendo qui, è: "anche se pensate che la rivendicazione 1 non sia realmente un'invenzione, usare CD-ROMs per memorizzare i dati costuituisce di sicuro un'invenzione. Un progettista di sistema medio non ci avrebbe mai pensato."

Ora esaminiamo la seguente rivendicazione:

4. Il metodo di cui alla rivendicazione 1, in cui il dispositivo di memoria centrale contiene un dispositivo di allineamento RAID.

Un allineamento RAID è costituito da un gruppo di dischi messi a punto in modo da funzionare come un unico grande disco, con la specifica finalità di avere tutti i dati ancora disponibili sugli altri dischi nel gruppo, in caso di guasto di uno dei dischi, che smetta di funzionare.
Dispositivi di questo genere sono stati messi in commercio già molto prima del 1996, e costituiscono lo standard di memorizzazione di dati quando occorra averne alta disponibilità. Tuttavia, questi brillanti inventori sono riusciti a brevettare l'uso di un allineamento RAID per questo fine particolare.

Per quanto banale, questo brevetto non sarebbe stato necessariamente trovato legalmente invalido, se ci fosse stata una causa a questo proposito. Non soltanto l'ufficio brevetti degli Stati Uniti, ma anche le Corti tendono ad usare un profilo molto basso nel giudicare se un brevetto è "non banale". Questo brevetto ha potuto passare l'esame, secondo loro.
E quel che più conta, le Corti sono riluttanti a sconfessare l'ufficio brevetti, e così esiste una maggiore possibilità di ottenere il rigetto di un brevetto, se si può dimostrare alla Corte l'esistenza di una tecnica precedente, che l'ufficio brevetti non ha considerato.
Se le Corti fossero disponibili ad utilizzare un profilo più alto nel giudicare la non banalità, i ritrovati tecnici precedenti potrebbero essere tenuti in considerazione.

Al contrario, le proposte di "migliorare il modo di lavorare del sistema" fornendo all'ufficio brevetti una migliore raccolta delle tecniche precedenti, potrebbero invece peggiorare le cose.
È molto difficile rendere ragionevole il comportamento di un sistema di brevetti; è costituito da una burocrazia complessa che tende a seguire i relativi imperativi strutturali, senza riguardo a che cosa si "suppone" debba fare.

L'unico modo pratico di eliminare i molti brevetti inutili, che vertono su funzioni software e su tecniche commerciali, è eliminare tutti i brevetti in quei campi.
Per fortuna, non sarebbe una perdita: i brevetti inutili nel campo del software non sono neanche una buona merce.

Il sistema di brevetto è pensato, e progettato, per promuovere il progresso: e coloro che traggono profitto da brevetti software pretendono che crediamo senza discutere che i brevetti servano a questo.
Ma l'esperienza quotidiana dei programmatori è esattamente il contrario. La nuova analisi teoretica mostra che questo non è un semplice paradosso.
(vedi http://www.researchoninnovation.org/patent.pdf)


© 2000 Richard Stallman
Le copie integrali e le pubblicazioni di questo articolo sono consentite con qualsiasi mezzo, purchè con questo avviso.

OPENSOURCE
E-Commerce




Puoi contattare l'autore scrivendo a:
rms@gnu.org




 


La tua opinione su quest'articolo ci sarà utile per la scelta dei contenuti dei prossimi articoli, per cortesia lasciaci un tuo parere su quello che hai letto:
nome:
email:
eta:
Professione
Commento:
Gradimento:
Utile Interessante Continuate con quest'argomento

© 1999,2000,2001,2002 NonSoLoSoft di Ferruccio Zamuner (Italia)- tutti i diritti sono riservati